BENVENUTI SU AIAVENEZIA.IT

AIA Venezia

La Sezione AIA di Venezia gestisce e designa gli arbitri di calcio per tutti i campionati provinciali e regionali di propria competenza in Provincia. Organizza i Corsi per aspiranti arbitri due volte l'anno e cura la preparazione tecnica e atletica dei propri associati.
Essere Arbitri di Calcio è una grande esperienza, sportiva ed umana. Sarà ancora più bello farlo con noi! Contattaci e iscriviti!

Iscriviti!

  • Essere e fare il Presidente degli Arbitri di Venezia

    Catturam

    La  vita  di  un  Arbitro è caratterizzata da una continuità di momenti  indimenticabili,  tra speranze, gioie, talvolta incomprensioni e soprattutto determinazione, passione e voglia di affermarsi, dove  tutto scorre con una velocità che sembra sempre finire  troppo  presto.

    A rendere straordinaria l’Associazione Italiana Arbitri sono  le singole  persone  che ne hanno fatto e ne fanno tuttora parte, le quali condividendo esperienze ed emozioni UNICHE consentono a tutti gli Associati di crescere come persone che poi si affermeranno nella vita sociale, insomma un aiuto ad essere VINCENTI NELLA VITA E NELLO SPORT.

    Permettere ad ogni Associato di inseguire le proprie aspirazioni, aiutandolo nello sviluppare le sue capacità ed avere l’onore di rappresentarlo come Arbitro della SEZIONE DI VENEZIA, è un orgoglio che stimola chi rappresenta questo splendido Gruppo a dedicare tutte le sue forze per far sì che continui la tradizione ed il percorso di crescita positiva e RICCO DI SODDISFAZIONI che contraddistingue da sempre il cammino degli Arbitri Veneziani.

    Franco Venerando

     
  • Esordio Giovanni Brunato in Seconda Categoria

    index2La “seconda categoria” è il livello più alto che un arbitro possa raggiungere in una sezione, almeno in Veneto, visto che in altre regioni è già una categoria adibita al CRA .

    Quella settimana mi aspettavo di fare, come da designazione, una partita di terza categoria. A sorpresa il giorno prima della gara (sabato) mi chiamò il designatore e mi annunciò: “Giovanni guarda che ti abbiamo cambiato la partita e domani te fai l’esordio in seconda!”. Di corsa in quella mezza giornata che mi rimaneva organizzai il viaggio per andare fino al luogo della partita che sarebbe stata Oriago-S. Martino Pianiga. Il giorno della gara preparai come al solito il borsone con: le divise gialla,blu e nera; i due fischietti; il taccuino; orologi; ecc..

    Non vi nascondo il fatto che fossi un po’ agitato, ma quello è sempre normale ad un esordio, sia che sia in giovanissimi che in seconda categoria.

    Arrivato al campo e svolto tutte le solite procedure, iniziai il riscaldamento. Mentre correvo osservavo i giocatori e cercavo di capire gli stati d’animo, chi fosse il loro leader e altre cose che avevo ormai iniziato a provare dalla terza categoria.

    INIZIA LA PARTITA, 90 minuti più recupero nei quali sono solo in campo e devo prendere decisioni in frazioni di secondo. La partita dopo un primo tempo combattuto e finito 1 a 1, nel secondo tempo prese una piega più che positiva per i locali i quali in maggioranza numerica riuscirono dominare la partita vincendo 6 a 1.

    Dopo il TRIPLICE FISCHIO andai in spogliatoio abbastanza soddisfatto della mia prestazione, vista anche la semplicità della gestione della gara nel secondo tempo. Arrivato allo spogliatoio trovai l’organo tecnico Gianfranco Perinello ad aspettarmi. Assieme discutemmo degli episodi della partita e mi diede degli spunti sul come migliorarmi e da applicare nelle successive partite.

    La seconda categoria nonostante sia per me il gradino più alto raggiunto dev’essere un punto non di arrivo ma di partenza per nuovi e più ambiziosi traguardi.

    Giovanni Brunato

     
  • Esordio A2 Paride Botter!!!

sogni sansiro

Vai all'inizio della pagina