BENVENUTI SU AIAVENEZIA.IT

AIA Venezia

La Sezione AIA di Venezia gestisce e designa gli arbitri di calcio per tutti i campionati provinciali e regionali di propria competenza in Provincia. Organizza i Corsi per aspiranti arbitri due volte l'anno e cura la preparazione tecnica e atletica dei propri associati.
Essere Arbitri di Calcio è una grande esperienza, sportiva ed umana. Sarà ancora più bello farlo con noi! Contattaci e iscriviti!

Iscriviti!

  • PRESENTAZIONE UMBERTO CRAINICH, RELATORE RTO DEL 19 NOVEMBRE 2018

    La Riunione Tecnica Obbligatoria di lunedì 19 novembre sarà tenuta dall'arbitro CAI Umberto Crainich.
     
    Umberto Crainich, arbitro effettivo della sezione di Conegliano dal 2008, promosso al CRA Veneto nel 2010, talent nella stagione sportiva 2011/2012, è approdato alla CAI dal 1 luglio 2017. Ha esordito il 10 settembre nella gara Trino - Pro Settimo nell'eccellenza piemontese.
    A metà stagione, i primi di gennaio, ha ritirato a Bassano il premio "Agnolin", premio che viene assegnato al miglior arbitro CRA Veneto nell'organico CAI.
     
    La RTO inizierà alle ore 20.30 presso i locali sezionali al secondo piano.
    43322217_2017443744978364_6887006112407617536_o.jpg
     
  • BREVE PRESENTAZIONE DI MICHELE GOTTARDI, RELATORE RTO DEL 22/10/2019

    Michele Gottardi diviene arbitro effettivo il primo gennaio 1975. In meno di due anni scala tutte le categorie provinciali e approda all’organo tecnico regionale.

    Cinque anni di maturazione costante gli permettono di essere ammesso alla commissione arbitri interregionale dal primo luglio 1981.

    Nel 1983, raggiunti i limiti di permanenza, ritorna alla commissione arbitri regionale fino alla fine della stagione del 1986 quando appende al chiodo il fischietto per intraprendere la carriera dirigenziale in cui già dal 1976 ha ricoperto ruoli in ambito sezionale, quali componente collegio revisore dei conti e componente del consiglio direttivo sezionale.

    Con la dismissione da arbitro effettivo, ricopre l’incarico di commissario speciale, prima all’organo tecnico sezionale e, successivamente, all’organo tecnico regionale.

    Nel biennio 1998/2000 è stato vicepresidente dell'aia Venezia e dal 1992 al 2000 ricopre anche il ruolo di referente regionale della rivista “L’Arbitro”.

    Concluso il ruolo di commissario speciale, dal 1997 riveste il ruolo di osservatore arbitrale dell’organo tecnico sezionale e, nel 1997, dell’organo tecnico regionale.

    Dal primo luglio 2004 approda alla commissione arbitri nazionali di serie D sempre in veste di osservatore. Dopo quattro anni di permanenza, viene promosso all’organo tecnico nazionale di serie C, fino al 1° luglio 2013 quando viene integrato nel Cra Veneto (comitato regionale arbitri) in veste di organo tecnico.

    Conclude l’esperienza da organo tecnico il 30 giugno 2016 per ricoprire l’incarico di componente del settore tecnico fino ad oggi.

     

    Fuori dall’ambito associativo, Michele Gottardi è critico cinematografico dei quotidiani “Nuova Venezia-Mattino di Padova-Tribuna di Treviso-Corriere delle Alpi”, collaboratore di “Segnocinema” e di altre testate scientifiche. 

    Si è laureato in Filosofia all’università Ca’ Foscari a Venezia nel 1980.

    Docente di filosofia e storia al Liceo Classico ed Europeo “Marco Foscarini” di Venezia, è stato,  inoltre, dal 1998 al 2015, docente universitario a contratto all'Università Ca’ Foscari a Venezia (corso di laurea in Tecniche artistiche e dello Spettacolo).

    È anche stato membro della commissione di selezione della Settimana internazionale della Critica (2001-2004) alla Mostra d'arte cinematografica di Venezia, sezione riservata alle opere prime, e giurato della Fipresci (Fédération de la presse cinématographique) in numerosi festival europei.

    È autore di interventi a convegni, saggi, conferenze e di video didattici sul tema dell'immagine di Venezia nel cinema, che ha tenuto in diverse università italiane e straniere.

    Nel 2009 è stato eletto presidente dell’Ateneo Veneto per il quadriennio 2010-2013 (dopo esserne stato il segretario accademico per otto anni).

    È attualmente presidente degli Amici dei Musei e Monumenti veneziani e consigliere di altre istituzioni culturali e dell’Ordine dei giornalisti del Veneto.

     Schermata_2018-10-19_alle_14.54.04.png

Attività

Catturam

La  vita  di  un  Arbitro è caratterizzata da una continuità di momenti  indimenticabili,  tra speranze, gioie, talvolta incomprensioni e soprattutto determinazione, passione e voglia di affermarsi, dove  tutto scorre con una velocità che sembra sempre finire  troppo  presto.

A rendere straordinaria l’Associazione Italiana Arbitri sono  le singole  persone  che ne hanno fatto e ne fanno tuttora parte, le quali condividendo esperienze ed emozioni UNICHE consentono a tutti gli Associati di crescere come persone che poi si affermeranno nella vita sociale, insomma un aiuto ad essere VINCENTI NELLA VITA E NELLO SPORT.

Permettere ad ogni Associato di inseguire le proprie aspirazioni, aiutandolo nello sviluppare le sue capacità ed avere l’onore di rappresentarlo come Arbitro della SEZIONE DI VENEZIA, è un orgoglio che stimola chi rappresenta questo splendido Gruppo a dedicare tutte le sue forze per far sì che continui la tradizione ed il percorso di crescita positiva e RICCO DI SODDISFAZIONI che contraddistingue da sempre il cammino degli Arbitri Veneziani.

Franco Venerando

L'IMPORTANZA DELLA COMPONENTE PSICOLOGICA NELL'ARBITRAGGIO
Sezione di Venezia 
Davide Albano (foto: Luca Brunato)

Il giorno 8 ottobre 2018 la Sezione A. Zanon di Venezia ha avuto il piacere di avere come ospite, in occasione della riunione tecnica obbligatoria, il dott. Alessandro Tettamanzi, psicoterapeuta e psicologo dello sport e docente di psicologia presso la Scuola dello sport C.O.N.I. del Veneto.Dopo le consuete comunicazioni di servizio, il Presidente Franco Venerando ha lasciato la parola al gradito ospite. Il professor Tettamanzi ha introdotto un tema molto sentito dai giovani fischietti lagunari: “Come affrontare con serenità il pre-gara e la gara”. “Costruitevi una struttura, un ordine mentale che vi aiuti a codificare tutto ciò che dovete fare perché questo vi aiuterà a diminuire l’ansia da prestazione”, questo è stato uno dei preziosi consigli, al quale però è stato aggiunto che: “non si può essere consapevoli di qualsiasi cosa ci accada intorno, quindi è fondamentale discriminare alcuni avvenimenti per concentrarsi meglio su altri”. L’ospite ha proseguito poi spiegando l’importanza che ognuno elabori un proprio metodo da utilizzare nello spogliatoio per rilassarsi e raggiungere il massimo grado di concentrazione all’entrata sul terreno di gioco. Sull’importanza di un personalissimo studio di sé stessi, si narra che il grande Luigi Agnolin, recentemente scomparso, trovasse la propria concentrazione in spogliatoio grazie a particolari tecniche di rilassamento tanto efficaci da farlo apparire quasi dormiente. A questo punto la platea ha spontaneamente condiviso con l’ospite i propri approcci al pre-gara regalando un momento di confronto e di formazione per tutti i presenti. Al termine della serata Tettamanzi ha augurato un buon proseguimento di campionato a tutti i giovani arbitri veneziani.
Principale.jpgFoto_1.jpg

L’ospite sorteggiato per la sezione aia di Venezia è l’arbitro internazionale Maria Marotta.
 
Nel 2001 ha iniziato ad arbitrare iscrivendosi al corso arbitri. Ha fatto il suo esordio assoluto come arbitro nello stesso anno, nella categoria Esordienti. Nel 2010 è stata proposta per il passaggio dalla regione alla Commissione Arbitri Interregionale.
Nel 2012 è stata promossa in serie D.
Dal 1º gennaio 2016 è stata nominata arbitro internazionale, facendo il suo esordio in una gara tra nazionali maggiori femminili il successivo 20 settembre, in occasione di una partita di qualificazione agli Europei femminili del 2017 tra Bielorussia e Slovenia.
Nel giugno 2018 è stata designata per dirigere la Finale Scudetto di Serie D, disputata nell'occasione tra Aurora Pro Patria 1919 e Vibonese.
Nel luglio 2018 viene promossa in serie C, terza donna in assoluto nella storia del calcio italiano a riuscire nell'impresa, dopo Anna De Toni di Schio e Silvia Tea Spinelli di Terni.
Il 5 settembre debutta nella Coppa Italia Serie C e successivamente il 23 settembre debutta in Serie C.
#aiavenezia
20170504194245.jpg
Grandi notizie per gli arbitri veneziani!
 
Daniele Bindoni è stato convocato in Toscana per la UEFA Regions Cup. Dirigerà assieme a Daniele Chiffi di Padova le gare tra le rappresentative d'Italia, della Polonia, della Svizzera e della Moldavia.
Le gare si terranno dal 8 al 16 ottobre.
 
Il presidente Franco Venerando, il consiglio e tutti gli arbitri veneziani augurano un grande in bocca al lupo ai due veneti che rappresenteranno l'Italia in questa prestigiosa competizione, in particolare al nostro Lele!
#aiavenezia
43496494_1708321925961481_5370158435239198720_n.jpg

sogni sansiro

Vai all'inizio della pagina